Dopo la segnalazione della Lega, l’AGCOM ha sanzionato la Walt Disney per 60mila euro. A dare l’annuncio è stato il senatore Simone Pillon: “Ricordate la puntata del cartone blasfemo andata in onda in fascia protetta? Bene. L’AGCOM dopo la segnalazione della Lega ha sanzionato la Walt Disney company con 60mila euro di multa, giudicando il messaggio veicolato nocivo per i minori”. La vicenda riguarda la puntata del cartone animato, andata in onda su Italia Uno in fascia protetta, in cui la celebre famiglia propone la sua versione della Natività. Peter indossa i panni di Giuseppe, Lois di Maria e Stewie è Gesù Bambino. Non furono in pochi a protestare.

“Certo – afferma Pillon, consapevole di quanto valga una multa del genere per un colosso come la Disney -, è una goccia nell’oceano di porcherie cui sono esposti i nostri ragazzi tra TV e social, ma comunque si tratta di un segnale chiaro: l’educazione dei bambini, specialmente su temi sensibili come la religione o la morale sessuale spetta ai genitori, e non ai messaggi ideologici dei big media o delle lobby”.

“Alla Walt Disney, dopo il cartone blasfemo e la fatina LGBT di Cenerentola è rimasto ben poco dello spirito e dei valori del fondatore ma forse, a furia di multe capiranno cosa vuol dire rispetto. Spesso il portafoglio è più efficace del buon senso. Ripetiamo insieme – conclude -: l’educazione spetta ai genitori, l’educazione spetta ai genitori, l’educazione spetta ai genitori…”.