Depuratore d’acqua: costi e benefici

Oggi in molte case sono presenti depuratori dell’acqua che consentono di risparmiare il costo dell’acquisto delle bottiglie oltre ad avere un impatto sulla salute. Vediamo perché è così importante.

Che cos’è la depurazione

La depurazione è il sistema tecnologico che, a mezzo di opportuni impianti detti impianti di depurazione, si realizza e si attiva per eliminare dai sistemi liquidi e gassosi sostanze estranee o inquinanti. Si svolge un processo composto da una serie di azioni programmate di carattere meccanico, chimico-fisico e biologico.

In pratica con la purificazione dell’acqua si rimuovono le sostanze chimiche indesiderate, contaminanti biologici, solidi sospesi e gas dall’acqua.

Proprietà dell’acqua

Le proprietà dell’acqua sono essenziali per gli esseri viventi, dal momento che consentono lo svolgersi delle complesse reazioni chimiche che costituiscono le basi della vita stessa come ad esempio, quelle che avvengono nel sangue o nel citoplasma della cellula. L’acqua potabile è una risorsa naturale primaria destinata al consumo, permettendo la sopravvivenza degli esseri viventi.

I processi di potabilizzazione permettono di migliorare le proprietà dell’acqua rendendola potabile, classico esempio è l’aggiunta di cloro come disinfettante; allo stesso tempo il calcio viene introdotto per alzare il pH e salvaguardare l’integrità dei tubi in materiali metallici dalla corrosione.

Salute

Secondo un’analisi condotta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con dati aggiornati al 1992, il cloro contenuto all’interno dell’acqua potabile in seguito al processo di disinfezione non pone rischi accertati per la salute umana, sebbene nel lungo periodo appaia essere associato ad un aumento del rischio di cancro alla vescica. Secondo un documento dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro aggiornato al 1994 non esistono, a tale data, sufficienti prove scientifiche che consentano di dire che i sottoprodotti della clorazione presenti nell’acqua potabile siano cancerogeni.

Risparmio familiare

In pratica l’installazione di un depuratore in casa prevede un risparmio a lungo termine dato che una famiglia mediamente spende circa 300-400 euro all’anno per l’acquisto di bottiglie d’acqua.

Costi per installazione di un depuratore

Un depuratore d’acqua a norma di legge certificato dal ministero della salute costa dai 1500 euro alle 3000 per il top di gamma. Il prezzo varia in base al tipo di acqua desiderata, il tipo tecnica di filtrazione e dalla potenza dell’impianto.

Inoltre è bene segnalare anche il costo medio per la manutenzione o la riparazione di un depuratore d’acqua va dai 70€ ai 110€.

Oggi in molte case sono presenti depuratori dell’acqua che consentono di risparmiare il costo dell’acquisto delle bottiglie oltre ad avere un impatto sulla salute. Vediamo perché è così importante.

Che cos’è la depurazione

La depurazione è il sistema tecnologico che, a mezzo di opportuni impianti detti impianti di depurazione, si realizza e si attiva per eliminare dai sistemi liquidi e gassosi sostanze estranee o inquinanti. Si svolge un processo composto da una serie di azioni programmate di carattere meccanico, chimico-fisico e biologico.

In pratica con la purificazione dell’acqua si rimuovono le sostanze chimiche indesiderate, contaminanti biologici, solidi sospesi e gas dall’acqua.

Proprietà dell’acqua

Le proprietà dell’acqua sono essenziali per gli esseri viventi, dal momento che consentono lo svolgersi delle complesse reazioni chimiche che costituiscono le basi della vita stessa come ad esempio, quelle che avvengono nel sangue o nel citoplasma della cellula. L’acqua potabile è una risorsa naturale primaria destinata al consumo, permettendo la sopravvivenza degli esseri viventi.

I processi di potabilizzazione permettono di migliorare le proprietà dell’acqua rendendola potabile, classico esempio è l’aggiunta di cloro come disinfettante; allo stesso tempo il calcio viene introdotto per alzare il pH e salvaguardare l’integrità dei tubi in materiali metallici dalla corrosione.

Salute

Secondo un’analisi condotta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con dati aggiornati al 1992, il cloro contenuto all’interno dell’acqua potabile in seguito al processo di disinfezione non pone rischi accertati per la salute umana, sebbene nel lungo periodo appaia essere associato ad un aumento del rischio di cancro alla vescica. Secondo un documento dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro aggiornato al 1994 non esistono, a tale data, sufficienti prove scientifiche che consentano di dire che i sottoprodotti della clorazione presenti nell’acqua potabile siano cancerogeni.

Risparmio familiare

In pratica l’installazione di un depuratore in casa prevede un risparmio a lungo termine dato che una famiglia mediamente spende circa 300-400 euro all’anno per l’acquisto di bottiglie d’acqua.

Costi per installazione di un depuratore

Un depuratore d’acqua a norma di legge certificato dal ministero della salute costa dai 1500 euro alle 3000 per il top di gamma. Il prezzo varia in base al tipo di acqua desiderata, il tipo tecnica di filtrazione e dalla potenza dell’impianto.

Inoltre è bene segnalare anche il costo medio per la manutenzione o la riparazione di un depuratore d’acqua va dai 70€ ai 110€.

Altri articoli

Articoli correlati

Ultimi articoli

The International Dota 2 – Vittoria da 18 milioni di dollari per Team Spirit

Si è conclusa ieri con la vittoria del Team Spirit il torneo The International Dota 2 Championship, che permesso hai vincitori di intascare un...

Grey’s Anatomy 18, in quanti episodi apparirà Kate Walsh?

Kate Walsh è tornata nel terzo episodio della 18esima stagione di Grey’s Anatomy andato in onda in America lo scorso giovedì. L’attrice ha indossato nuovamente...

Kate Walsh e il ritorno in Grey’s Anatomy: “E’ stato come un sogno”

Molti sono i volti a cui i fan di Grey’s Anatomy hanno dovuto dire addio nel corso delle stagioni. Tra questi, quello di Addison Montgomery,...