Come risparmiare energia con il sistema di Automazione Domestica

L’Automazione Domestica è nata nel corso della terza rivoluzione industriale allo scopo di studiare, trovare strumenti e strategie per:

  • migliorare la qualità della vita;
  • aumentare la sicurezza;
  • semplificare la progettazione, l’installazione, la manutenzione e l’utilizzo della tecnologia;
  • ridurre i costi di gestione;
  • convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.

L’automazione casalinga svolge un ruolo importantissimo nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l’accensione degli elettrodomestici per non superare la soglia che farebbe scattare il contatore. Con “casa intelligente” si indica un ambiente, opportunamente progettato e tecnologicamente attrezzato,  il quale mette a disposizione dell’utente impianti che vanno oltre il “tradizionale”, dove apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome  o programmate dall’utente o, recentemente, completamente autonome.

 automazione domenistica alcuni consigli sul risparmio

L’edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici: climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza, delle reti informatiche e delle reti di comunicazione. Questa innovazione ha lo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza e per migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici.

Come funziona

Il sistema di controllo centralizzato, oppure l’insieme delle periferiche in un sistema ad intelligenza distribuita, provvede a svolgere i comandi impartiti dall’utente come ad esempio accensione luce cucina oppure apertura tapparella sala, a monitorare continuamente i parametri ambientali (allagamento oppure presenza di gas), a gestire in maniera autonoma alcune regolazioni (temperatura) e a generare eventuali segnalazioni all’utente o ai servizi di teleassistenza. I sistemi di automazione sono di solito predisposti affinché ogni volta venga azionato un comando, all’utente ne giunga comunicazione attraverso un segnale visivo di avviso dell’operazione effettuata oppure, nei casi di sistemi per disabili, con altri tipi di segnalazione ad esempio sonora.

automazione domestica alcuni consigli

Funzioni di un impianto elettrico intelligente

  • Coordinamento automatico del funzionamento degli elettrodomestici;
  • Riduzione dei campi magnetici nelle stanze in cui sono presenti utenti
  • Isolamento e protezione automatica in caso di temporale
  • Disalimentazione completa di televisore, decoder, videoregistratore ecc. a comando o in automatico di notte o quando non c’è nessuno in casa.
  • Funzionamento automatico in base al riconoscimento della presenza di persone;
  • Adeguamento del funzionamento in base al tasso di umidità;
  • Spegnimento automatico del calorifero sotto una finestra aperta;
  • Rilevamento di eventi come fughe di gas, allagamenti e incendi;
  • Connessione a distanza con servizi di assistenza (soccorso medico e vigilanza);
  • Monitoraggio a distanza degli ambienti con telecamere
  • Chiusura o apertura in autonomia delle tende esterne (c’è il sole si aprono, c’è vento si chiudono);

Costi

Un sistema di automazione casalinga deve essere alla portata di tutti deve avere un costo contenuto, inteso come economicità delle periferiche (sensori, attuatori, ecc.) e della rete di interconnessione tra i diversi moduli funzionali.

Risparmio energetico

Risparmio energetico: un sistema completamente automatizzato dovrà evitare i costi generati da sprechi energetici dovuti a dimenticanze o ad altre situazioni. La casa diventa intelligente non perché vi sono installati sistemi intelligenti, ma perché il sistema intelligente di cui è dotata è capace di controllare e gestire in modo facile il funzionamento degli impianti presenti. Attualmente le apparecchiature tecnologiche sono poco integrate tra loro e il controllo è ancora ampiamente manuale, nella casa domotica gli apparati sono comandati da un unico sistema automatizzato che ne realizza un controllo intelligente.

Bonus per installare un sistema di automazione domestica

Per il rinnovamento e sfruttamento delle nuove tecnologie, volte all’implemento di impianti elettrici eco-sostenibili, sono previste spesso delle agevolazioni e bonus da parte del governo.

L’Automazione Domestica è nata nel corso della terza rivoluzione industriale allo scopo di studiare, trovare strumenti e strategie per:

  • migliorare la qualità della vita;
  • aumentare la sicurezza;
  • semplificare la progettazione, l’installazione, la manutenzione e l’utilizzo della tecnologia;
  • ridurre i costi di gestione;
  • convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.

L’automazione casalinga svolge un ruolo importantissimo nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l’accensione degli elettrodomestici per non superare la soglia che farebbe scattare il contatore. Con “casa intelligente” si indica un ambiente, opportunamente progettato e tecnologicamente attrezzato,  il quale mette a disposizione dell’utente impianti che vanno oltre il “tradizionale”, dove apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome  o programmate dall’utente o, recentemente, completamente autonome.

 automazione domenistica alcuni consigli sul risparmio

L’edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici: climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza, delle reti informatiche e delle reti di comunicazione. Questa innovazione ha lo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza e per migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici.

Come funziona

Il sistema di controllo centralizzato, oppure l’insieme delle periferiche in un sistema ad intelligenza distribuita, provvede a svolgere i comandi impartiti dall’utente come ad esempio accensione luce cucina oppure apertura tapparella sala, a monitorare continuamente i parametri ambientali (allagamento oppure presenza di gas), a gestire in maniera autonoma alcune regolazioni (temperatura) e a generare eventuali segnalazioni all’utente o ai servizi di teleassistenza. I sistemi di automazione sono di solito predisposti affinché ogni volta venga azionato un comando, all’utente ne giunga comunicazione attraverso un segnale visivo di avviso dell’operazione effettuata oppure, nei casi di sistemi per disabili, con altri tipi di segnalazione ad esempio sonora.

automazione domestica alcuni consigli

Funzioni di un impianto elettrico intelligente

  • Coordinamento automatico del funzionamento degli elettrodomestici;
  • Riduzione dei campi magnetici nelle stanze in cui sono presenti utenti
  • Isolamento e protezione automatica in caso di temporale
  • Disalimentazione completa di televisore, decoder, videoregistratore ecc. a comando o in automatico di notte o quando non c’è nessuno in casa.
  • Funzionamento automatico in base al riconoscimento della presenza di persone;
  • Adeguamento del funzionamento in base al tasso di umidità;
  • Spegnimento automatico del calorifero sotto una finestra aperta;
  • Rilevamento di eventi come fughe di gas, allagamenti e incendi;
  • Connessione a distanza con servizi di assistenza (soccorso medico e vigilanza);
  • Monitoraggio a distanza degli ambienti con telecamere
  • Chiusura o apertura in autonomia delle tende esterne (c’è il sole si aprono, c’è vento si chiudono);

Costi

Un sistema di automazione casalinga deve essere alla portata di tutti deve avere un costo contenuto, inteso come economicità delle periferiche (sensori, attuatori, ecc.) e della rete di interconnessione tra i diversi moduli funzionali.

Risparmio energetico

Risparmio energetico: un sistema completamente automatizzato dovrà evitare i costi generati da sprechi energetici dovuti a dimenticanze o ad altre situazioni. La casa diventa intelligente non perché vi sono installati sistemi intelligenti, ma perché il sistema intelligente di cui è dotata è capace di controllare e gestire in modo facile il funzionamento degli impianti presenti. Attualmente le apparecchiature tecnologiche sono poco integrate tra loro e il controllo è ancora ampiamente manuale, nella casa domotica gli apparati sono comandati da un unico sistema automatizzato che ne realizza un controllo intelligente.

Bonus per installare un sistema di automazione domestica

Per il rinnovamento e sfruttamento delle nuove tecnologie, volte all’implemento di impianti elettrici eco-sostenibili, sono previste spesso delle agevolazioni e bonus da parte del governo.

Altri articoli

Articoli correlati

Ultimi articoli

The International Dota 2 – Vittoria da 18 milioni di dollari per Team Spirit

Si è conclusa ieri con la vittoria del Team Spirit il torneo The International Dota 2 Championship, che permesso hai vincitori di intascare un...

Grey’s Anatomy 18, in quanti episodi apparirà Kate Walsh?

Kate Walsh è tornata nel terzo episodio della 18esima stagione di Grey’s Anatomy andato in onda in America lo scorso giovedì. L’attrice ha indossato nuovamente...

Kate Walsh e il ritorno in Grey’s Anatomy: “E’ stato come un sogno”

Molti sono i volti a cui i fan di Grey’s Anatomy hanno dovuto dire addio nel corso delle stagioni. Tra questi, quello di Addison Montgomery,...