La Campania è una regione ricca di svariati panorami e paesaggi che vanno dalle scoscese alture dei Monti Lattari che formano la splendida Costiera Amalfitana fino alla zona vulcanica del Parco Nazionale del Vesuvio o quella ancora più selvaggia del Parco Nazionale del Cilento.

La Campania è una regione tutta da scoprire e i borghi storici della regione offrono arte, cultura, mare, tradizione e tante altre cose che andremo a scoprire insieme.

I borghi più belli della Campania sono: Albori, Atrani, Castellabate, Conca dei Marini, Furore, Montesarchio, Monteverde, Nusco, Savignano Irpino, Summonte e Zungoli. A questi si uniscono molti altri di fama nazionale ed internazionale della costiera amalfitana e della Penisola Sorrentina dove piccoli borghi arroccati sono incorniciati da spettacolari paesaggi sospesi tra il mare e la montagna.

Amalfi (SA)

La famosissima Amalfi, antica e fiera repubblica marinara, sita in provincia di Salerno in Campania, con le sue meravigliose coste, promette a tutti coloro che la visitino scenari bellissimi. Fiorente repubblica marinara in epoca alto-medievale (assieme a Genova, Pisa e Venezia), è altresì nota per aver dato il nome alle Tavole amalfitane, un codice marittimo adoperato in tutta l’area mediterranea dal XII al XVI secolo.

Nel 1997 alla Costiera amalfitana, di cui Amalfi è il principale centro geografico e storico, è stato riconosciuto il titolo di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO

amalfi

Atrani (SA)

Il piccolo ma pittoresco paese di Atrani è stato inserito con merito tra i Borghi più Belli d’Italia. Si trova sulla Costiera Amalfitana a circa 750 metri da Amalfi. Atrani è incastonato in un paesaggio spettacolare ed emozionante essendo arroccato su uno sperone di roccia.

Capri (NA)

La bellissima Capri sorge sull’isola omonima, nel golfo di Napoli, davanti alla Penisola Sorrentina. Nel territorio comunale troviamo molteplici attrazioni turistiche come le coste frastagliate e i famosi Faraglioni.

capri

Castellabate (SA)

A pochi passi dal mare, all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Adriano, Monti Alburni, Castellabate figura tra i borghi più significativi e famosi dell’area Cilentana. Grazie alle sue caratteristiche è stato inserito con merito tra i Borghi più belli d’Italia. Il mare e la costa di Castellabate sono dal 1972 sotto tutela biologica marina per preservarne il patrimonio naturale e ambientale, rappresentando uno dei primi esempi di parco marino in Italia. Nel 2009 è stata istituita l’area marina protetta Santa Maria di Castellabate, che abbraccia la zona tra la baia del Saùco (o del Vallone) e la punta di Ogliastro.

Furore (SA)

Furore, in provincia di Salerno, è una delle mete naturalistiche più apprezzate della costiera amalfitana che nel 1997 è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Tra ulivi, vigneti e piante di limoni è a 300 metri sul livello del mare. Nonostante il nome con il quale è comunemente conosciuto, si tratta in realtà di una ría, cioè un ristretto specchio d’acqua posto allo sbocco di un vallone a strapiombo, creato dal lavoro incessante del torrente Schiato che da Agerola corre lungo la montagna fino a tuffarsi in mare.

Il luogo accoglie un minuscolo borgo marinaro che fu abitato, tra gli altri, da Roberto Rossellini (che vi girò il film L’amore) e da Anna Magnani, che era allora sentimentalmente legata al regista e che fu l’interprete di un episodio di quello stesso film. Un piccolo museo a essi dedicato è ospitato in una delle casette.

Il fiordo è inoltre scavalcato dalla strada statale mediante un ponte sospeso alto 30 m, dal quale, ogni estate, si svolge una tappa del Campionato Mondiale di Tuffi dalle Grandi Altezze. All’interno del fiordo si trovano lo Stenditoio e la Calcara, due edifici utilizzati per le produzioni locali. Lo Stenditoio era usato per asciugare i fogli di carta ricavati dalle fibre di stoffa. La Calcara invece era adibita alla lavorazione delle pietre per l’edilizia locale

Montesarchio (BN)

Montesarchio è un comune in provincia di Benevento. Sorge su un colle, a 300 metri di altezza, alle pendici del Monte Taburno in piena Valle Caudina. Nel 1997 il Presidente della Repubblica gli ha conferito il titolo di Città.

Monteverde (AV)

Monteverde, in provincia di Avellino nell’alta Irpinia, si estende sui tre colli (Incoronata, Croce e Castello), a 740 metri s.l.m, separando le valli dell’Osento e dell’Ofanto. Da Ottobre 2015 è entrato a far parte dei Borghi più Belli d’Italia.

Palinuro – Centola (SA)

Palinuro è una nota località turistica balneare sita all’interno del comune di Centola, nel Cilento. Si trova a circa 122 km a sud di Salerno, lungo la costa meridionale della Campania a 50m sul livello del mare. É chiamata la perla del Cilento. Infatti Palinuro è una località turistica piuttosto nota. La buona recettività estiva è dovuta sia alla qualità delle acque che alla posizione del paese nel contesto del parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Oltre alle spiagge site dal lato del paese di Palinuro, è piuttosto frequentata la zona chiamata Spiaggia Mingardo, sul versante del golfo di Policastro. Nel novembre 2007 parte della parete esterna dell’Arco è franata, a causa delle infiltrazioni d’acqua nella roccia. La spiaggia del Buondormire è tra le più conosciute spiagge di Palinuro, si trova nel cuore della Costiera Cilentana.

palinuro

Altro motivo di attrazione turistica sono le numerose grotte marine e sottomarine site attorno Capo Palinuro, tra cui la famosa Grotta Azzurra, piuttosto apprezzate per le escursioni subacquee.

Positano (SA)

La sua invidiabile posizione e il suo clima gradevole, unito allo splendido paesaggio circostante, ha garantito a Positano di diventare un ottimo luogo di villeggiatura sin dall’epoca dell’Impero. Grazie al clima mite ed alla bellezza del paesaggio, Positano è stato un luogo di villeggiatura. Tipiche le tantissime scalinate che dall’alto del paese giungono in basso, alla spiaggia. Le spiagge principali sono la Spiaggia Grande e quella di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi; le altre sono La Porta, Arienzo e San Pietro Laurito, tutte raggiungibili principalmente via mare.

Ravello (SA)

Arroccato sulle pendici meridionali dei Monti Lattari, che ridiscendono verso il blu intenso del mare, Ravello rappresenta indubbiamente uno dei simboli turistici non solo della Costiera. Questo borgo è famoso per gli eventi di musica come il Ravello Festival.

Sant’Agata sui Due Golfi – Massa Lubrense (SA)

Sant’Agata sui Due Golfi è un piccolo borgo, frazione di Massa Lubrense posta a cavallo tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno. Si trova a 390 m.s.l.m. sulla punta della Penisola Sorrentina sopra Sorrento.

Sorrento (NA)

Sorrento, nome che in sé evoca sensazioni mediterranee e atmosfere romantiche, è un grande borgo di fama mondiale grazie alla sua invidiabile posizione. Le tradizionali processioni del Venerdì Santo sono tra gli eventi religiosi più sentiti dalla popolazione locale. Nella piazza principale, piazza Tasso, sono presenti due statue: una è posta al centro di essa e raffigura il santo patrono della città, Antonino da Campagna, nato intorno alla metà del secolo VI; l’altra, posta sul lato meridionale della piazza, raffigura il grande poeta sorrentino cinquecentesco Torquato Tasso, autore del celebre poema epico Gerusalemme liberata.

Conca dei Marini (NA)

Conca dei Marini è un comune italiano di 669 abitanti della provincia di Salerno in Campania, parte della Costiera amalfitana. È, dopo Atrani, il comune meno esteso della Campania. Assieme a tutta la Costa d’Amalfi, il territorio comunale dal 1997 è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.