Superlega, parla il presidente dell’Uefa Ceferin su Agnelli “mai visto una persona che potesse mentire così di continuo”.

L’Uefa, nel pomeriggio a Montreax, ha ufficializzato la nuova Champions League. Il presidente Ceferin è intervenuto anche sulla Superlega, la nuova competizione continentale creata dai maggiori club europei.
Ricordiamo che nella notte è arrivato l’annuncio ufficiale da parte dei club (Milan, Inter, Juventus, Tottenham, Arsenal, Chelsea, Manchester City e United, Liverpool, Barcellona, Real Madrid e Atletico Madrid) della creazione di una lega privata, slegata dagli organi ufficiali. Le Dichiarazioni. Ceferin, al termine dell’incontro dell’Uefa, ha parlato soprattutto di Andrea Agnelli, presidente della Juventus, con cui il rapporto personale era molto stretto.

Queste le sue dichiarazioni: “Ne ho viste tante nella nostra vita, non ho mai visto persone del genere. Non parlerò molto di Agnelli, è una delle più grandi delusioni, anzi la più grande delusione – ha continuato Ceferin, dopo la riunione del Comitato Esecutivo dell’Uefa -. Non ho mai visto una persona che potesse mentire così di continuo, è veramente incredibile. Ho parlato con lui sabato pomeriggio, ha detto che si trattava solo di voci, che non c’era nulla sotto. Ha detto che mi avrebbe richiamato e poi ha spento il telefono. Ovviamente l’avidità è così forte che sconfigge tutti i
giusti valori umani”

Hai poi concluso, rispetto ai calciatori coinvolti: “I calciatori che parteciperanno alla Superlega non giocheranno né il Mondiale né in Europa. Non potranno rappresentare le squadre nazionali. La Uefa e il mondo del calcio sono uniti contro questa proposta orribile portata avanti da pochi club europei che seguono soltanto l’idea dell’avidità. Il mondo del calcio e unito e tutti lo sono contro questo progetto senza senso”.