Salernitana. La FIGC blocca il trust, il club campano ha fino al 3 luglio per ripresentare la domanda d’iscrizione.

La FIGC ha bloccato il trust della Salernitana. Il club campano, come noto, deve cambiare la proprietà per iscriversi al prossimo campionato si Serie A, visto che condivide la proprietà con la Lazio.

Le motivazioni dietro questa decisione sono da ricercare principalmente nella mancanza di “indipendenza economica”. Il piano economico studiato da Lotito per il passaggio della squadra a un’altra proprietà prevede una base economica non sufficiente secondo la FIGC.

I diritti televisivi non basteranno, secondo gli ispettori, a garantire l’indipendenza della Salernitana dall’aiuto economico della attuale proprietà nei 6 mesi a disposizione per ricercare un nuovo proprietario.

Nella relazione dei legali si legge “in virtù del processo di scelta delle persone componenti del trust e delle regole previste nella gestione dello stesso” si ritiene che la soluzione prospettata “non sia un vero e proprio ‘blind trust’. È che “non è stata assicurata indipendenza economica al trust rispetto alle società disponenti”.

La tempestività con cui è stata bocciata la soluzione presentata da Lotito fa ben sperare i tifosi. La società ha infatti fino alle 20 di sabato 3 luglio per presentare una soluzione alternativa e permettere così l’iscrizione al campionato, visto che sono stati rispettati i tempi, nonostante la bocciatura, per la presentazione della domanda.