E’ il bilancio dell’attività della Polizia di Stato nelle Stazioni e sui treni della Campania dal 17 al 24 febbraio.

Durante le operazioni di controllo sono stati arrestati due uomini per spaccio di stupefacenti, 17 indagati, 5.911 persone controllate. Effettuati 323 servizi di vigilanza negli scali ferroviari e 52 a bordo treno, per un totale di 99 convogli presenziati. Questo è il bilancio dell’attività del personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania dal 17 al 24 febbraio, effettuata all’interno delle stazioni e sui treni per garantire la sicurezza dei viaggiatori e il rispetto delle nome anti-covid.

Gli Agenti della  Polizia Ferroviaria hanno effettuato 27 servizi antiborseggio, rintracciato 3 minori ed elevato 11 contravvenzioni ai sensi del Regolamento Polizia Ferroviaria, 4 sanzioni al Codice della Strada.

Controlli potenziati il 24 febbraio, durante l’operazione straordinaria denominata “Stazioni Sicure” finalizzata al contrasto delle attività illecite e a prevenire possibili azioni terroristiche o eversive in ambito ferroviario. Il dispositivo di sicurezza è stato attuato, sempre nel pieno rispetto delle norme relative al contenimento dell’epidemia da  Covid-19, attraverso il monitoraggio capillare dei flussi di viaggiatori, con controlli su persone e relativi bagagli al seguito, in tutte le stazioni delle Campania ove vi è un presidio Polfer. L’operazione  ha visto impiegati oltre 130 operatori, per un totale di 13 scali ferroviari presenziati, oltre 900 persone controllate, 1 persona denunciata per minaccia e  resistenza a Pubblico Ufficiale  e 4 contravvenzioni elevate.

Il 23 febbraio gli Agenti del Settore Operativo di Napoli Centrale hanno eseguito 2 sequestri amministrativi di merce venduta abusivamente all’interno della stazione da due pluripregiudicati  napoletani ai quali è stato notificato anche l’ordine di allontanamento.

Negli stessi giorni i poliziotti della Squadra Amministrativa Compartimentale, a seguito di più denunce relative a furti a danno di auto in sosta nell’area di parcheggio attigua alla stazione di Napoli Centrale, anche grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza, sono riusciti ad individuare e denunciare per furto aggravato l’autore, un 46enne napoletano, pluripregiudicato.

I poliziotti hanno poi scoperto che l’uomo, era solito dormire  proprio in quell’area di parcheggio, utilizzando come rifugio occasionale alcuni veicoli  abbandonati.