Napoli: raffica di controlli da parte dei carabinieri con perquisizioni e arresti. Oltre 80 le sanzioni anti-covid elevate fra cui anche 5 rapinatori, ladri e spacciatori sorpresi a delinquere.

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio in tutta la città, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli sul rispetto delle normative anti-contagio da COVID, ma anche per il contrasto all’illegalità diffusa, ai reati contro la persona e allo spaccio di droga, i carabinieri hanno elevato oltre 80 sanzioni per violazioni in materia Covid contestate ad altrettanti cittadini nel centro storico, nel Vomero e nel quartiere Ponticelli, arrestando anche 2 rapinatori, 1 ladro, 1 pregiudicato per spaccio di stupefacenti e 1 tossicodipendente per tentata estorsione, procedendo anche a diverse perquisizioni e sequestri di droga e munizioni.

In particolare, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Napoli Vomero hanno arrestato per evasione e resistenza a pubblico ufficiale Giulio Engheben e Salvatore Vitale, 24enne e 23enne di Scampia già noti alle forze dell’ordine. I Carabinieri del Vomero erano alla ricerca di 2 rapinatori a bordo di uno scooter che era stato rapinato il 15 marzo scorso sotto la minaccia di una pistola ad un cittadino straniero.

I militari dell’Arma sapevano che i personaggi a bordo di quello scooter stavano percorrendo da giorni le strade del quartiere Vomero. Ieri pomeriggio, verso le 17, i carabinieri hanno intercettato lo scooter oggetto delle ricerche in via Leonardo bianchi, con a bordo i 2 giovani sospetti nei pressi dell’ospedale Monaldi. Gli hanno intimato di fermarsi, ne è nato un inseguimento. La Centrale Operativa del Comando Provinciale ha diramato le ricerche facendo confluire in ogni possibile via di fuga le gazzelle dell’arma.

L’inseguimento è terminato quando i 2 hanno perso il controllo del mezzo e sono andati ad impattare contro un’auto di un cittadino tra via Giotto e via Ruoppolo. I malviventi non si sono arresi ed hanno tentato di fuggire a piedi. Vitale, il passeggero, è stato immediatamente bloccato dal Carabiniere, recuperando e sequestrando un passamontagna, i guanti e una pistola a salve senza il tappo rosso che il 24enne aveva gettato nei giardinetti Ruoppolo nel tentativo di disfarsene. Engheben ha continuato a fuggire a piedi seguito da un altro carabiniere.

Si è diretto in un palazzo poco distante, è entrato in un’abitazione al sesto piano ed ha minacciato la proprietaria di casa con un manganello telescopico nel tentativo vano di trovare un nascondiglio per la notte. Il Carabiniere lo ha visto entrare in quel condominio e, notando nei pressi una pattuglia della Polizia di Stato, ha chiesto supporto ai colleghi. Insieme, sono entrati nel palazzo, sono saliti al sesto piano e sono entrati nell’appartamento. Il Carabiniere e i due Agenti del Commissariato Vomero hanno bloccato il 23enne e arrestato. Il manganello, è stato sequestrato, era sul tavolo della cucina.

Vitale era già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, mentre Engheben era in permesso premio in quanto detenuto presso l’istituto penitenziario di Carinola. I 2 arrestati sono stati tradotti al carcere in attesa di giudizio.

Nel Rione Sanità i carabinieri della stazione Napoli Stella hanno arrestato in flagranza per detenzione di droga a fini di spaccio Luigi Santagata, 43enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I militari avevano notato troppe persone aggirarsi in via gradini cinesi ed hanno deciso di controllare. Perquisita l’abitazione del 43enne, che era già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 13 dosi di marijuana pronte alla vendita. Erano nascoste all’interno di 4 stick-roll da deodorante. Rinvenuta e sequestrata anche la somma contante di 170 euro ritenuta provento del reato.

A Fuorigrotta, i Carabinieri della compagnia Napoli Bagnoli hanno arrestato per tentata estorsione un 30enne già noto alle forze dell’ordine. Questa notte i Carabinieri, allertati dal 112, sono intervenuti a casa della zia dell’uomo. Era davanti la sua porta di ingresso, voleva entrare per avere del denaro per acquistare della droga. I Carabinieri lo hanno bloccato mentre l’uomo stava ancora tentando di forzare la porta dell’abitazione. Questo è l’ultimo episodio di una lunga serie di violenze che la donna aveva subìto. L’arrestato è trattenuto in caserma in attesa di giudizio.

A Ponticelli non si ferma il controllo straordinario del territorio, dove i carabinieri della compagnia di Poggioreale hanno setacciato le strade del quartiere. Particolare attenzione è stata rivolta ai plessi popolari di via Montale e di via Franciosa. Rinvenuti e sequestrati in una zona condominiale di via Franciosa 10 grammi di marijuana, 46 bossoli calibro 9  e 17 proiettili dello stesso calibro.

Infine, a Portici, questa notte, i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco ed in particolare i militari della Stazione di Portici hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne già noto alle ffoo.

Poco dopo la mezzanotte l’uomo è stato sorpreso dai militari dell’arma che avevano notato il suo atteggiamento sospetto nei pressi di alcune auto in sosta. Il 40enne è stato bloccato mentre con 2 cacciaviti stava smontando lo stereo di un’auto alla quale aveva frantumato il lunotto.

Fermato e immediatamente bloccato, i Carabinieri hanno constatato che l’uomo poco prima avesse danneggiato un’altra auto, parcheggiata poco distante, dalla quale aveva rubato una scatola con all’interno oggetti di poco valore.

Gli oggetti sono stati immediatamente restituiti ai legittimi proprietari mentre i cacciaviti sono stati sequestrati. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

I militari dell’Arma continueranno nei servizi di prevenzione.