Le graffe napoletane sono ciambelle fritte ricoperte di zucchero con una base di farina e patate. Tipiche della cucina campana, vengono di solito preparate nel periodo del carnevale anche se sono reperibili durante tutto l’anno.

L’arrivo di questi dolci in Campania si fa risalire al periodo della dominazione austriaca, in seguito al trattato di Utrecht, nel corso del XVIII secolo. Le graffe, infatti, sono una rielaborazione dei Krapfen tedeschi, piccoli impasti fritti ripieni di confettura.

Le graffe non vanno confuse con il krapfen austro-tedesco, ma i due dolci hanno comunque una parentela etimologica. Secondo dizionari il termine graffa, come krapfen deriva infatti dal longobardo krapfo (krappa in gotico) ovvero uncino. Nel tedesco antico la parola era utilizzata per indicare l’aspetto che la frittella di pasta dolce assumeva in origine.

La lievitazione dell’impasto delle graffe napoletane è scomposta in quattro momenti diversi, di due ore circa ciascuno. Il rispetto di questi tempi è fondamentale per ottenere la consistenza soffice finale delle ciambelle.

Ma vediamo dove mangiare la graffe a Napoli

Chalet Ciro Mergellina

E’ il primo in assoluto che prepara una graffa fritta al momento squisita. Il profumo ti cattura mentre stai passeggiando sul lungomare e non puoi fare a meno di fare una sosta dolce. Qui le graffe sono fritte al momento e servite bollenti avvolte di zucchero. Una prelibatezza per i golosi e meno golosi.

La Grafferia a via Chiaia

Anche in questo caso sarete guidati dal profumo delle graffe appena fritte che si estende per via Chiaia. La grafferia si trova sulle scale di Sant’Arpino e offre graffe semplici e farcite in vari gusti. Da non perdere i coppetielli con le palline di graffe e nutella.

La Padella – via Fracanzano al Vomero

E’ una pasticceria molto conosciuta in tutta Napoli. Tutte le mattine sforna graffe calde e soffici.

Voglia di Graffa – via Dei Tribunali, 363

Questo locale si trova nel centro storico. Oltre a preparare graffe fantastiche è importante la parte in cui viene avvolta di zucchero. E’ possibile ordinare anche per consegne a domicilio.

Pirò Cafè – via dell’Epomeo, 232

Qui troviamo graffe calde e soffici che possono essere accompagnate da un ottimo caffè o cappuccino.

Graffetteria Magn Magn – via Mario Fiore, 43

Anche in questo locale è possibile mangiare delle ottime graffe, e anche churros, pancake, crêpes, waffle bubble e tanto altro. Le graffe sono cotte al momento in modo da poterle assaggiare molto soffici e calde ed è possibile farcirle come si preferisce.

Pupetta – Castellammare di Stabia via Santo, 15

Pupetta a Castellammare frigge graffe a volontà e per tutti i gusti insieme ad altri dolci eccezionali: cornetti, brioches, granz e quant’altro. Tutto di produzione propria.

Bar Tico – Fuorigrotta

Chi non conosce il famoso Bar Tico? Questo locale è famoso per i cornetti e le graffe sfornati a tutte le ore. E’ aperto tutti i giorno h24 e in tanti la sera prima di tornare a casa fanno una dolce sosta con cappuccino o caffè. Le graffe sono belle grandi e consigliamo le classiche bombe farcite a crema, cioccolato bianco oppure nutella. Insomma una sosta da non perdere.

La Grafferì – via Giotto, 23 (Vomero)

Le sue graffe e i cornetti lo hanno reso famoso. Le farciture sono varie e le forme delle graffe sono

I Ciambellai – Pignasecca – Montesanto di fronte Ospedale dei Pellegrini

La vetrina esposta alla strada offre uno spettacolo eccezionale di graffe appena sfornate calde. Ci sono per tutti i gusti. Qui si preparano solo graffe e l’odore si estende per tutta la Pignasecca.